Cerca
 
HOME » SERVIZI » Notizie » Fatturazione Elettronica

Fatturazione Elettronica

 

Gentile Fornitore,

La Legge n. 205/2017, "Legge di bilancio 2018" sancisce l'obbligo della fatturazione elettronica a decorrere dal 01 gennaio 2019 per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuati tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio italiano.

Tale obbligo è anticipato al 01 luglio 2018 per le "prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese operanti nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi e forniture con un'amministrazione pubblica". La circolare n 38/E/2018 ha chiarito che in quets'ultimo ambito, trova "applicazione per i soli rapporti (appalti e/o altri contratti) "diretti" tra il soggetto titolare del contratto e la pubblica amministrazione, nonchè tra il primo e coloro di cui egli si avvale, con esclusione degli ulteriori passaggi successivi.

Il comma 917, inoltre, prevede l'indicazione obbligatoria sulla fattura elettronica del Codice Identificativo Gara (CIG) e/o del Codice Unitario Progetto (CUP)".

Per adempiere a quanto imposto dalla normativa, con la presente si comunicano gli esatti elementi da indicare nel rispetto delle specifiche tecniche previste (provvedimento AdE prot. 89757/2018) per il corretto invio delle fatture elettroniche esclusivamente tramite il sistema SDI:

 

Codice Destinatario: "0000000"

Indirizzo posta elettronica certificata:  fornitori-tinn@legalmail.it

 

Invii diretti (non tramite SDI) all'indirizzo PEC indicato di documenti elettronici,swiss replica watches cartacei o comunicazioni ordinarie sono automaticamente scartati dal ns sistema.

Per qualsiasi comunicazione relativa ad eventuali esiti negativi relativo all'inoltro delle fatture elettroniche segnalati da SDI, o per comunicazioni varie contattare l'ufficio amministrazione.

Eventuali fatture ricevute in formato cartaceo a fronte di servizi resi da soggetti subappaltatori e/o subcontraenti non possono essere accettate perchè emesse in violazione di legge, e dovranno essere riemesse elettroniche oppure stornate con nota credito e successivamente emesse in formato elettronico.

Non saranno inoltre accettate fatture che non riportano correttamente i codici Cig/Cup ed il nostro numero ordine negli appositi campi e con le modalità appositamente previste del tracciato Ministeriale.

Accettiamo comunque fatture in formato elettronico relative ad operazioni per le quali non ne sussiste attualmente l'obbligo.

Con l'occazione Vi anticipiamo che per esigenze amministrative e fiscali legate alla detraibilità dell'Iva, le fatture (elettroniche o cartacee) da Voi emesse nei nostri confronti con data anno 2018, ci devono pervenire entro e non oltre il giorno 12/01/2019

Certi della Vostra gentile collaborazione, ringraziamo e porgiamo cordiali saluti.

 

Torna alle Notizie »